Assistenza domiciliare

La Struttura

La Regione Lombardia, con delibera n. 12902 del 9 maggio 2003 ha previsto la possibilità per gli utenti che ne avessero necessità di usufruire di prestazioni domiciliari integrate infermieristiche, riabilitative e assistenziali fornite da organizzazioni specializzate.

L’obiettivo è evitare, o ritardare, il ricovero in Istituto della persona non autosufficiente consentendole di ottenere, rimanendo nella propria abitazione, un supporto alla fragilità, scegliendo liberamente le modalità e gli erogatori dell’assistenza di cui ha bisogno.

Il Voucher sociosanitario viene erogato dall’Asl sotto forma di titolo utile ad acquisire, da soggetti accreditati, prestazioni da parte di infermiere o terapista della riabilitazione integrate con l’attività da parte di un ausiliario socio-assistenziale, qualora se ne ravvisi la necessità.

Possono beneficiarne le persone definite fragili, cioè le persone temporaneamente o permanentemente impossibilitate a svolgere in modo autonomo le normali attività di vita quotidiana e/o fisicamente impossibilitate a recarsi presso gli ambulatori per ottenere le prestazioni sanitarie di cui necessitano.

Per l’attivazione del Voucher ci si deve rivolgere al proprio medico di famiglia. Nel valore del Voucher sono compresi tutti i costi di erogazione del servizio per cui nulla è dovuto da parte del cittadino all’ente accreditato.

Acquisita la richiesta del Medico di Medicina Generale, l’utente sceglie l’organizzazione tra quelle in convenzione alla quale affidare l’erogazione delle prestazioni. Un progetto individualizzato (PAI) andrà a definire il tipo di assistenza (infermieristica, riabilitativa ecc.) e la frequenza di erogazione.

Le modalità operative

La Fondazione Ospedale della Carità, in convenzione con l’A.S.L, eroga voucher socio-sanitari. I servizi garantiti agli utenti sono:

Voucher socio-sanitario:

– Prestazioni erogate da infermiere o da terapista della riabilitazione in associazione con

operatori socio-assistenziali

Le Risorse Umane

Il Servizio viene reso attraverso un’organizzazione gestionale costituita da:

– un Responsabile del servizio (Direttore Generale);

– un Responsabile sanitario (Direttore Sanitario);

– un Coordinatore amministrativo;

– 4 Fisioterapisti;

– 7 Infermieri;

– 5 Ausiliari Socio-Assistenziali (ASA).

Le prestazioni vengono erogate al domicilio nella fascia oraria : 8-20, tutti i giorni della settimana.

L’operatore concorda con l’Utente gli orari di accesso e le prestazioni avverranno con la frequenza prevista dal voucher. Negli orari concordati la figura professionale interessata si recherà al domicilio dell’ utente.

Il professionista:

  • visiona la documentazione sanitaria e acquisisce notizie utili per una assistenza personalizzata
  •  redige in collaborazione con il Medico di Medicina Generale un Piano di assistenza individuale
  •  compila le scale di valutazione predisposte dall’ASL
  •  esegue la prestazione secondo i protocolli approvati dalla Direzione medica.

Al termine di ogni accesso l’operatore redige e sottoscrive il diario domiciliare.

Il personale in servizio per l’Assistenza domiciliare è dotato di cartellino di riconoscimento riportante l’ente di appartenenza, nome, cognome e figura professionale dell’operatore.

Al fine di garantire il livello di qualità delle prestazioni, il personale parteciperà sistematicamente a corsi di formazione specifici.

La carta dei servizi

Carta dei Servizi Assenza Domiciliare Integrata

Modulistica e allegati

Allegato 1 – Questionario ADI (.pdf)
Allegato 2 – Modulo reclamo utenti (.pdf)